MUSICA POPOLARE NAPOLETANA

La Compagnia Di musica popolare napoletana SoleLuna uno scrigno della musica popolare napoletana, contemporanea. La compagnia SoleLuna canta racconta e da voce al popolo. quel popolo che vuole urlare e protestare hai soprusi dei grandi. La compagnia SoleLuna gruppo di musica popolare napoletana, nasce nel giugno del 2010, dopo una scissione da un'altra compagnia di musica popolare napoletana. anche se e una realtà che vive da poco questa compagnia di musica popolare vanta elementi di grande spessore musico culturale con grande esperienza nel settore artistico. La compagnia SoleLuna ha unito le varie tradizioni partendo dai quartieri di napoli attraversando la provincia di caserta arrivando poco di meno che in argentina e tunisia. infatti gli artisti che la compongono sono di varie zone dell'italia e del mondo, che unendo le varie culture hanno dato vita ad una realtà musico culturale spettacolare.

musica popolare napoletana,
MUSICA POPOLARE NAPOLETANA

Musica Popolare Napoletana, Cutrofiano e la sua piazza hanno fatto da sfondo a tre gruppi nati e cresciuti in terra pugliese, ma comunque diversi fra loro. A salire sul palcoscenico per primi sono stati gli Etnikantaro, formazione proveniente dalle Murge costituita da nove elementi la cui musica si fonda sulla rielaborazione delle antiche tradizioni musicali del loro territorio, contaminate da suoni e timbri distillati dalla musica del bacino del Mediterraneo. La pizzica, o, detta nella sua forma più tradizionale pizzica pizzica, è una danza popolare attribuita oggi particolarmente al Salento.


NUJE BALLAMM A TARANTELLA COMPAGNIA SOLELUNA (VIDEO)

Altri due elementi catalizzanti la propagazione ed il successo dell'attività musicale furono innanzitutto la nascita, intorno ai primi dell'Ottocento di negozi musicali e di case editrici musicali come: Guglielmo Cottrau, Bernardo Girard, Calcografia Calì, Fratelli Fabbricatore, Fratelli Clausetti e Francesco Azzolino, che ebbero il merito di recuperare, raccogliere, riproporre talvolta aggiornandoli, centinaia di brani antichi. Un secondo veicolo di diffusione della canzone fu costituito dai cosiddetti "posteggiatori", ossia dei musici vagabondi che suonavano le canzoni o in luoghi al chiuso o davanti alle stazioni della posta o lungo le vie della città, talvolta spacciando anche le "copielle", fogli contenenti testi e spartiti dei brani parzialmente modificati. musica popolare napoletana, musica popolare,