Sanremo 2018 Tutte Le News Prima Serata Abiti Vestiti Gossip, New, Video Notizie Strane Su Sanremo.

Sanremo 2018, Meta e Moro riammessi in gara. "Un dolore sentir parlare di plagio. Non siamo due furbacchioni"

 

La terza serata di Sanremo: il programma e gli ospiti

I cantanti, gli ospiti e le altre cose da sapere

 

Sanremo 2018: dopo debutto boom va tra amarcord Baudo e Sting

Favino balla, Michelle incanta. Baglioni, duetto gag con Leosini

sanremo, sanremo 2018, gossip, pippo baudo, claudio baglioni, michelle hunziker, michelle hunziker sanremo, abito michelle hunziker, gossip michelle hunziker, foto michelle hunziker, notizie michelle hunziker,

Le ultime NEWS su Sanremo 2018

I due artisti incontrano la stampa dopo la notizia della loro riammissione in gara. "Un dolore sentir parlare di plagio. Teniamo alla nostra integrità artistica" SANREMO - "Tutti sapete chi siamo. Avete davanti due cantautori, facciamo questo lavoro da tempo, siamo tra i fortunati che con fatica hanno trasformato la loro passione in lavoro. Sappiamo che cosa significa scrivere una canzone, significa conservare la bellezza. Non avete davanti due furbacchioni, non avrebbe avuto alcun senso fare quello di cui siamo stai accusati. Le canzoni non ci mancano, sia io che Fabrizio ne abbiamo abbastanza per fare altri tre dischi". Ermal Meta, accanto a lui Fabrizio Moro, è il primo a parlare nel corso dell'incntro con la stampa a un paio d'ore dalla notizia della riammissione in gara di Non mi avete fatto niente. Annuncio arrivato stamane dalla Rai che "a seguito delle valutazioni effettuate" ha ritenuto che non si debba escludere dalla gara la canzone "in quanto conforme al requisito di novità previsto dal regolamento". Una nuova svolta nel caso che fin dalla prima serata del festival ha tenuto banco a Sanremo, con quel brano accusato di essere troppo simile, in alcuni passaggi, a un altro brano presentato al festival nel 2016. Il brano "è nuovo" e può tornare in gara. Non mi avete fatto niente ha dunque le carte in regola per andare avanti nella competizione e i due artisti saranno stasera sul palco. Avrebbero dovuto eseguire di nuovo il brano ieri sera ma nel tardo pomeriggio l'organizzazione del festival aveva deciso di rinviare la loro esecuzione in attesa di ulteriori verifiche sulla vicenda. In base al regolamento, spiega oggi l'organizzazione, "è considerata nuova la canzone che nell'insieme della sua composizione o nella sua parte musicale o nel testo letterario non sia già stata pubblicata o fruita anche gratuitamente da un pubblico presente o lontano o eseguita o interpretata dal vivo alla presenza di pubblico presente o lontano". Inoltre, "il regolamento consente l'utilizzo di stralci di canzoni già edite nei limiti di un terzo della canzone nuova. Il brano Non mi avete fatto niente - continua il vicedirettore di RaiUno Claudio Fasulo - contiene stralci del brano Silenzio in misura inferiore al terzo della sua durata complessiva. Pertanto la circostanza che il brano Silenzio sia stato pubblicamente già fruito non inficia la novità della canzone in gara".

Fabrizio Moro: "Noi non abbiamo bisogno di plagiare nessuno". "La cosa che mi ha fatto stare male", continua Fabrizio Moro, "è stata la parola plagio: noi non abbiamo bisogno di plagiare nessuno, tanto che Silenzio l'ho scritta e prodotta io insieme a Andrea Febo, che con noi è il terzo autore di Non mi avete fatto niente". Poi spiega la genesi del brano: "Su quella canzone, su quel ritornello avevo lavorato per un anno cercamdo di dargli una forma che poi non è arrivata. L'idea, con Ermal, era quella di scrivere un pezzo sulla paura che in questo momento storico ha contaminato tutti noi. Un familiare di una vittima del Bataclan aveva scritto una lettera e l'aveva letta in mondovisione e quella lettera finiva proprio con la frase 'non ci avete fatto niente'. Questa frase mi ha dato lo spunto per comporre un nuovo brano. Semplicemente - conclude il cantautore - ho ripreso una cosa alla quale avevo lavorato io stesso. E' farina del mio sacco. Ermal ci ha messo il suo, ci siamo riuniti Ermal Andrea e io e abbiamo dato vita a questo brano".

Ermal Meta: "Regolamento rispettato, teniamo alla nostra identità artistica". Quanto al contenzioso, "siamo stati rispettosi del regolamento - continua Ermal Meta - e lo dimostra quello che la Rai ha detto questa mattina. Noi scriviamo canzoni e non lo facciamo solo per noi, abbiamo contribuito anche alle carriere di altri colleghi, alcuni anche passati su questo palco con le canzoni scritte da me e scritte da Fabrizio. Probabilmente ignoriamo un sacco di altre cose, ma ciò di cui siamo sicuri e ciò che facciamo giorno per giorno è mantenere intatta la nostra integrità artistica. Lo abbiamo fatto anche questa volta".

"Una canzone che racconta una cosa importante". "In fin dei conti - continua Meta - siamo rimasti nel regolamento e non abbiamo usato il campionamento di Nel blu dipinto di blu, ma abbiamo rripreso una canzone sconosciuta perché raccontava qualcosa di importante. Abbiamo scritto una canzone, poi siamo stati invitati e siamo stati felici che uno dei più grandi cantautori della musica italiana, Claudio Baglioni, ci abbia invitato. Dopidiché siamo andati in studio e abbiamo continuato a registrare dischi, che è quel che occupa il novanta per cento del nostro tempo.

La terza serata di Sanremo: il programma e gli ospiti

I cantanti, gli ospiti e le altre cose da sapere, Il Festival di Sanremo 2018 è cominciato martedì e continua oggi con la sua terza serata: è il più famoso concorso italiano di musica, e quest’anno è arrivato alla sua 68esima edizione. I conduttori del Festival sono il cantautore Claudio Baglioni, la conduttrice Michelle Hunziker e l’attore Pierfrancesco Favino. Il festival per ora sta andando molto bene: anche ieri gli ascolti sono stati molto alti per una seconda serata, superiori a quelli della seconda serata dell’edizione del 2017, diretta da Carlo Conti e Maria De Filippi.

– Leggi anche “La classifica della seconda serata del Festival di Sanremo“ Ieri sera si sono esibiti quattro cantanti della sezione “Nuove proposte” e dieci “Campioni”. Per questi ultimi, al termine della serata, è stata mostrata una classifica parziale, fatta in base ai giudizi della sala stampa, cioè della giuria di giornalisti che partecipa all’assegnazione del premio finale. Questa sera canteranno gli altri cantanti della sezione “Campioni”, e ci sarà una nuova classifica provvisoria. Con la media tra i voti di questa classifica, quella di mercoledì e quella di martedì sera, verrà stilata una nuova classifica.

Giovedì 8 febbraio

I cantanti

Questa sera canteranno i restanti quattro artisti giovani (Mudimbi, Eva, Ultimo e Leonardo Monteiro) e i “Campioni” che non hanno cantato mercoledì. In ordine di apparizione sono: Giovanni Caccamo, Lo Stato Sociale, Luca Barbarossa, Enzo Avitabile e Peppe Servillo, Max Gazzè, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, Ermal Meta con Fabrizio Moro, Noemi, The Kolors e Mario Biondi.

Questa sera avrebbe dovuto esibirsi anche Renzo Rubino, che però ha cantato ieri dopo la sospensione temporanea di Meta e Moro.

Gli ospiti

Tra gli ospiti di questa sera ci saranno i Negramaro che canteranno il brano “La prima volta”, il cui cantante, Giuliano Sangiorgi, poi canterà insieme al conduttore del Festival Claudio Baglioni una sua famosissima canzone: “Poster”

Dopo l’omaggio di ieri sera del Volo a Sergio Endrigo, questa sera toccherà a Gino Paoli e Danilo Rea che suoneranno in ricordo di Fabrizio De André e del cantautore e pianista Umberto Bindi: insieme a De André, lo stesso Paoli, Luigi Tenco e Bruno Lauzi, Bindi fu uno degli esponenti della “scuola genovese” che contribuì a rinnovare la musica leggera italiana.

L’ospite straniero di questa sera sarà il cantautore James Taylor, che si esibirà con una rielaborazione per chitarra dell’aria “La donna è mobile” dal Rigoletto di Giuseppe Verdi. Successivamente duetterà insieme alla cantante italiana Giorgia in una delle sue canzoni più conosciute, “You’ve got a friend“.

Tra gli ospiti di questa sera ci saranno anche gli attori Claudia Pandolfi e Claudio Santamaria che presenteranno la fiction RAI È arrivata la felicità 2, l’attore e conduttore televisivo Nino Frassica e la giornalista Emma d’Aquino.

Venerdì 9 febbraio

Sarà la serata più diversa dalle altre: tutti e 20 i “Campioni” canteranno una versione rivisitata dei propri pezzi insieme ad altri artisti ospiti. Si esibiranno anche tutti e 8 gli artisti che gareggiano per la categorie “Nuove proposte”: uno di loro sarà proclamato vincitore dopo una votazione ripartita tra televoto, giuria della sala stampa e giuria di esperti.

Sabato 10 febbraio

Si esibiranno tutti e 20 i “Campioni” in gara. Verrà stilata una classifica parziale sulla base dei voti ottenuti in tutte le serate precedenti, e saranno assegnati diversi premi (tra cui quello della critica). Quindi verranno eliminati 17 artisti su 20: resteranno in gara solo i primi 3 “Campioni” in classifica. Il loro punteggio verrà azzerato, e si sfideranno in uno spareggio da cui uscirà il vincitore del Festival di Sanremo.

Leggi anche:

– 14 canzoni di Claudio Baglioni, ovviamente d’amore. Sa come siamo noi donne, ci togliamo sempre una taglia". Lei, emozionata, sceglie 'Ancora' di Eduardo De Crescenzo come canzone del cuore e Claudio ne canta qualche verso mentre esce di scena abbracciandola.

Roberto Vecchioni indossa un ranuncolo giallo sulla giacca, in omaggio alla lotta contro la violenza sulle donne, abbracciata e promossa anche dal Festival di Sanremo.

Sanremo 2018: dopo debutto boom va tra amarcord Baudo e Sting

Favino balla, Michelle incanta. Baglioni, duetto gag con Leosini, La seconda serata del Festival di Sanremo si è aperta con Michelle Hunziker, in abito lungo impero fucsia con spacco profondo, che ha duettato con il direttore artistico Claudio Baglioni sulle note del brano 'Il pozzo dei desideri', dalla colonna sonora di Biancaneve e i sette nani. Raggiunta da Pierfrancesco Favino, Michelle ha poi lasciato Baglioni al piano: "So' qua. Vi siete accorti che so' rimasto qua. E allora andiamo a comincia'...", ha detto Baglioni lanciando la gara delle Nuove Proposte. 

Alla fine della seconda serata, Baglioni ha rivelato il posizionamento per fasce dei 10 Big in gara, in base al voto della giuria della sala stampa, che vale per il 30%. Nella zona blu, la più alta, si sono piazzati Diodato e Roy Paci, Ornella Vanoni-Bungaro-Pacifico, Ron. Nella zona gialla, quella di mezzo, ci sono: Le Vibrazioni, Annalisa, Decibel. Infine in quella rossa: Nina Zilli, Elio e Le Storie Tese, Red Canzian, Renzo Rubino.

E' iniziata con Lorenzo Baglioni e il suo Congiuntivo la gara delle Nuove Proposte al festival di Sanremo. Poi Giulia Casieri (Come stai), Mirkoeilcane (Stiamo tutti bene), Alice Caioli (Specchi rotti). Al termine delle esibizioni delle quattro prime Nuove Proposte, in testa alle preferenze della giuria demoscopica (che vale per il 30%), Alice Caioli. Secondo Lorenzo Baglioni, terza Giulia Casieri. Chiude Mirkoeilcane.

"Stamattina sono andato a vedere su Wikipedia e risulto ancora cantante-cantautore". Decisamente più sciolto rispetto al debutto, Claudio Baglioni scherza sugli ottimi risultati ottenuti dal suo festival.

Gag e bacio con la violinista per Pierfrancesco Favino, l'ironia si conferma filo conduttore del festival. "Devo ringraziare una persona che in questi giorni mi è stata molto vicina, non solo fisicamente ma anche umanamente, una grande artista, voglio stringerla in un grande abbraccio", dice l'attore, mentre Michelle Hunziker sorride pensando che i complimenti siano per lei. Ma gli apprezzamenti vanno alla violinista, che Favino chiama prima Silvia, poi Francesca, stampandole un bacio sulla guancia. E poi conclude: "Ti devo un frego", che in foggiano (la mamma di 'Picchio' è di Candela) vuol dire 'ti devo moltissimo'.

Il teatro Ariston omaggia Il Volo, vincitore del festival nel 2015, con una standing ovation dopo aver cantato Nessun Dorma. "Tornare qui dopo tre anni è un'emozione, ritrovarci con una standing ovation è un grande onore. Grazie", ha detto Ignazio a nome anche dei suoi due compagni, Piero e Gianluca. Insieme a Claudio Baglioni, i tre giovani hanno poi omaggiato Sergio Endrigo con il brano Canzone per te.

"Vi voglio bene, grazie, grazie, grazie a tutti": acclamato dall'Ariston, in piedi per lui, Pippo Baudo entra in scena a Sanremo a 50 anni dal suo debutto Sanremo, poi legge una lettera aperta al festival.

Pierfrancesco Favino si scatena sulle note di 'Despacito', il tormentone latino di Luis Fonsi, dopo una gag in cui finge di voler introdurre un momento culturale dedicato alla poesia di Garcia Lorca. La voglia di ballare è incontenibile e così l'attore molla il leggio e trascina anche Claudio Baglioni nel movimento di bacino prima di lanciarsi in un ballo senza freni con Michelle Hunziker.

Sting omaggia Zucchero con 'Muoio per te', cantata in italiano, prima di duettare con Shaggy sulle note di 'Don't make me wait'. Nel mezzo, uno scambio di battute in inglese con Pierfrancesco Favino. "Mi piace la musica del Rinascimento italiano", dice Sting che dichiara di amare "la tradizione dell'opera di Verdi e Rossini" così come pure "la musica moderna, da Zucchero a Nek". Un omaggio speciale è a "Luciano Pavarotti, mio amico". Michelle Hunziker promuove il nuovo spettacolo 'Giudizio universale' con Favino voce narrante e la musica di Sting.

Claudio Baglioni suona al pianoforte 'Questo piccolo grande amore' ed entra in scena Franca Leosini. Su "quell'aria da bambina" il cantante - dice la conduttrice di 'Storie maledette' di Rai3 - "non ha attenuanti". Dopo il celebre "bacio a labbra salate, un gioco, quattro risate e far l'amore giù al faro", con il pubblico che fa il coro, Claudio esclama: "Ho testimoni". Lei frena: "I dettagli morbosi non mi interessano, i dettagli scabrosi non mi riguardano".